Dante Alighieri: il sommo poeta e l’esoterismo

Dante Alighieri è da tutti considerato il padre della lingua italiana, la sua fama è dovuta eminentemente alla paternità della Comedìa, divenuta poi celebre come Divina Commedia, universalmente considerata la più grande opera scritta in lingua italiana ed uno dei maggiori capolavori della letteratura mondiale. Espressione della cultura medievale, filtrata attraverso la lirica del DolceContinua a leggere “Dante Alighieri: il sommo poeta e l’esoterismo”

Arconti: chi controlla il mondo materiale

Molte persone hanno sentito il termine “Arconte”, ma si fa molta fatica a definirlo. Nei testi dopo l’incendio della biblioteca di Alessandria c’è qualche accenno ad esseri misteriosi chiamati Arconti. Nel 1947 sono stati trovati dei testi contenuti in vasi di creta presso Nag Hammadi, in Egitto, e in questi testi sono presenti le storieContinua a leggere “Arconti: chi controlla il mondo materiale”

Musica, suoni, vibrazioni: le frequenze della vita

La musica ci fa, da sempre, vibrare le corde dell’anima, scatenando emozioni indescrivibili… La musica può motivare, creare entusiasmo, indurre la calma, portare gioia e serenità, altre volte alcuni suoni possono indurre invece emozioni negative come ansia o angoscia. L’arte dei suoni non rilassa tutti allo stesso modo, ma ha comunque degli effetti su chiunque.Continua a leggere “Musica, suoni, vibrazioni: le frequenze della vita”

Il genio della perversione: cosa spinge l’uomo ad autodistruggersi?

Il genio della perversione (“The Imp of the Perverse“, titolo originale) è un racconto scritto in forma saggistica da Edgar Allan Poe. Si discute dei vari impulsi autodistruttivi che possono giungere ad impossessarsi dell’uomo, incarnati tutti come metafora simbolica del cosiddetto “genio della perversione“: il narratore descrive questo spiritello come l’agente che tenta di farContinua a leggere “Il genio della perversione: cosa spinge l’uomo ad autodistruggersi?”

Seneca: amicizia e condivisione

Lucio Anneo Seneca, anche conosciuto solo come Seneca, è stato un filosofo, drammaturgo e politico romano, esponente dello stoicismo eclettico di età imperiale, attivo in molti campi, compresa la vita pubblica. Divenne tutore e precettore del futuro imperatore Nerone, su incarico della madre di quest’ultimo, Giulia Agrippina Augusta. Dopo il cosiddetto “quinquennio di buon governo”Continua a leggere “Seneca: amicizia e condivisione”