Vampiri: sangue, energie, forza vitale… la realtà dietro le leggende

Freddi, pallidi, amanti della notte e dell’oscurità, dormono nelle bare, si trasformano in pipistrelli e prediligono le vergini… sicuramente questa è la descrizione più comune che viene in mente a chiunque quando si parla di Vampiri

Ebbene… i vampiri esistono eccome, ed alcuni sono anche fra noi.

I vampiri infatti possono essere anche persone comuni, amici, fratelli, parenti:

nel nostro paese ad esempio, c’è una vera e propria associazione a rappresentare coloro che si sentono i classici “vampiri succhiasangue“, ovvero la Lega Italiana Real Vampires, con sede a Meldola, in Romagna. In realtà potrebbero essere anche più del numero indicato perché la maggior parte preferisce rimanere nell’ombra e nascondere questa “passione”.
Non si tratta semplicemente di persone che hanno una passione per il dark ed il gotico, ma di soggetti che affermano di possedere una temperatura corporea inferiore alla media e di nutrirsi di sangue. Non è affatto una novità, ma una pratica che esiste anche all’estero. In particolare a New Orleans, dove è stata fondata una vera e propria comunità di vampiri. Tali persone affermano di sentirsi molto più forti bevendo sangue umano, nutrendosi di questa linfa vitale. La pratica non è illegale e viene realizzata grazie all’ausilio dei cosiddetti “donatori” che offrono gratuitamente il proprio sangue.

Sempre negli Stati Uniti diventò celebre Julia Caples, donna che si nutre di sangue succhiandolo direttamente dal corpo dei donatori, proprio come nei film e nei libri. Tutto iniziò quando baciò per la prima volta un ragazzo, mordendogli la lingua: “È stato un istinto naturale e il sapore mi è piaciuto. Certo, lui non mi ha mai più baciata”.

Oggi per placare la sua sete ha bisogno di due litri di sangue al mese. Secondo gli ultimi dati in Italia sarebbero circa una cinquantina i vampiri che seguono questa pratica, contro i 2 mila iscritti all’associazione…

Ma i vampiri non sono solo coloro che si nutrono di sangue, di vampiri ce ne sono tanti e vari: vampiri di energia, o vampiri emotivi, per esempio.

I ladri di energia infatti, non ci succhiano strane energie psichiche, ma la nostra attenzione, il nostro benessere, la nostra felicità, il nostro buon umore e la nostra voglia di vivere.

Se ti capita spesso di sentirti senza energie e di avere la sensazione che il tuo benessere stia scivolando via da te, probabilmente sei vittima di un vampiro di energia.

Cominciamo a capire quali sono i sintomi che possono manifestarsi quando si è vittime dei vampiri emotivi/energetici/psichici.

Puoi capire se sei vittima inconsapevole di un vampiro energetico se riscontri dei sintomi simili a questi:

-ti senti spossato, svigorito e stressato quando parli con una persona in particolare;
-senti di avere scarse energie, poca voglia di fare e di progettare;
-non hai voglia di fare niente;
-percepisci una certa tensione muscolare interagendo con alcuni individui specifici;
-senti una forte pressione psicologica negativa;
-ti trovi spesso confuso;
-prendi decisioni per cambiare la tua vita ma poi non inizi mai;
-hai la chiara sensazione di aver perso le energie a causa di qualcuno o di qualcosa;
-non ti senti libero di agire, ma al contrario schiavo di persone o situazioni;
Questi sono i campanelli di allarme più comuni che si manifestano quando siamo vittime di vampiri.

1. Le persone vampiro

Le persone vampiro ci fanno sentire inadeguati, frustrati, estenuati e poco reattivi oltre a contaminare il nostro umore.

Queste persone esercitano una pressione psicologica su di noi turbandoci, causando stress e magari facendoci sentire a disagio.

Le persone vampiro si distinguono principalmente in due categorie.

A. Vampiri energetici consapevoli

I vampiri consapevoli sono persone che traggono piacere dal gettare fango sulle altre persone.

Il solo fatto di insultare, denigrare, mettere a disagio ma soprattutto criticare gli altri, le fa stare meglio, ragione per cui sono particolarmente impegnati nella loro missione.

Questi ladri di energia consapevoli sono coscienti di lamentarsi e di criticare come se non ci fosse un domani, ma per svariate ragioni non riescono a smettere.

Queste persone criticano e si lamentano di tutto, non solo di fatti su cui non hanno il controllo, come politica e previsioni del tempo, ma anche di fatti su cui potrebbero agire per modificarli.

Si lamentano che hanno freddo senza coprirsi, che il lavoro non gli piace senza cambiarlo o senza cercare delle reali alternative.

B. Vampiri energetici inconsapevoli

I vampiri energetici inconsapevoli invece, sono per così dire “in buona fede”…

Queste persone saccheggiano la nostra energia senza accorgersene o pensando di fare del bene.

Entrano a pieno titolo tutte le persone che:

Prendono sempre senza dare mai nulla in cambio;
Si sentono in dovere di raccontarci qualunque particolare non richiesto che li riguarda spossandoci e stressandoci;
Parlano di decine di progetti senza concluderne uno;
Si aspettano da noi troppe attenzioni;
Fanno pressioni continue sulle aspettative nei nostri confronti;
Pensano che il mondo giri intorno a loro e che noi dovremmo comportarci di conseguenza;
Sono deboli e necessitano continuamente di una spalla su cui piangere;
Sembrano sempre vittime innocenti di disgrazie di ogni tipo ed entità;
Hanno una visione categoricamente pessimista e apocalittica della loro vita.


Costoro, seppure in buona fede, succhiano via il nostro benessere.

Passiamo ora alla seconda categoria di vampiri energetici:

2. I vampiri tecnologici

I media sono di fatto tra i vampiri più potenti che ci sono, grazie soprattutto al marketing che gli ruota intorno.

Ovviamente capita di essere svogliati e di accendere la TV per vedere cosa trasmettono, finendo per vedere programmi come show spazzatura o simili…

Il problema di questi show, programmi e serie TV è che sono fatti apposta per creare una sorta di dipendenza.

Ogni episodio è studiato per far rimanere incollato il telespettatore allo schermo e per renderlo dipendente, specialmente grazie ai colpi di scena che immancabilmente si verificano nel finale di serie o di episodio.

Dunque se all’inizio guardare la TV in modo sporadico rappresentava un utile svago, si trasformava presto in un vero e proprio vampiro.

Si rimane invischiati in programmi TV a cui magari non siamo molto affezionati ma che guardiamo più per marketing o per abitudine.

La TV passa quindi da un tempo utile per il proprio svago a un ladro di energia a tutti gli effetti.

Ovviamente bisogna usare con buon senso anche gli altri strumenti digitali come social network e smartphone.

Purtroppo è da inserire inserire tra i vampiri emotivi anche un elemento che occupa spazio nella vita di tutti noi: la musica.

Spesso infatti, usiamo la musica per consolarci e per intrattenerci, finendo in una spirale negativa succhia energie alimentata dalla musica stessa.

Se ti è capitato di sentirti molto triste per qualche evento negativo e hai iniziato ad ascoltare della musica (spesso triste, allineata con lo stato d’animo del momento), sai di cosa sto parlando.

Si finisce in un pozzo senza fondo dove la musica stessa diventa un vampiro del nostro umore.

Dunque dobbiamo sfruttare la musica con buon senso e non usarla per alimentare i nostri pensieri negativi.

ATTENZIONE alla cerchia delle amicizie!

Importantissima, fondamentale è l’attenzione sulle amicizie e sulle ripercussioni positive che può avere un’adeguata selezione all’ingresso.

Selezionare le proprie cerchie di amici è il modo migliore per eliminare le persone vampiro che si annidano vicino a noi.

Le tipologie di persone che abbiamo visto nel paragrafo dedicato ai vampiri emotivi inconsapevoli andrebbero, quando possibile, evitate.

Se proprio non hai, al momento, la possibilità di distaccarti completamente da tali persone, cerca almeno di limitare il tempo con loro.

Attenzione però: se non riuscite a difendervi da queste persone oltre al disagio ricorrente che non vi permetterà di vivere serenamente potreste diventare voi stessi dei vampiri!
Chi, cioè, frequenta questi scoraggiatori senza sapersene difendere tenderà ben presto ad imitarli, dapprima senza neppure accorgersene…

I vampiri attaccano le persone che in quel momento della loro vita sono deboli, vulnerabili. Non riuscirebbero ad attaccare individui forti perchè l’energia di quest’ultimi è troppo vitale ed alta per poterla attaccare. Da ciò si capisce che l’unico modo per difendersi è diventare forti, innalzare le proprie vibrazioni, i propri pensieri e spezzare queste dinamiche relazionali subdole.
Se, dunque, ti accorgi di attrarre scoraggiatori, devi dedurne che ti stai indebolendo: bada allora a rinvigorire le tue aspirazioni, i tuoi desideri, e ad essere più sincero (poche cose sono più debilitanti della menzogna), e i vampiri ti troveranno subito sgradevole, e si rivolgeranno altrove.
E’ incredibile ma l’unica cosa che si può fare per scacciare questi vampiri è vivere autenticamente, inseguire i propri sogni e non abbandonarli perchè il nostro vampiro ci ha convinto che non ne vale la pena, essere sempre sè stessi e non recitare la parte che fa più piacere al nostro vampiro, trovare il coraggio di cambiare anche quando il vampiro ci costringe in tutti i modi a rimanere fermi.
Spezzando la catena di questa prigionia subdola e pericolosa saremo finalmente liberi e potremo utilizzare tutta la nostra energia vitale investendola nei nostri progetti, nei nostri hobby, in quello che ci fa stare bene. Finalmente la nostra energia apparterrà solo a noi stessi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: