Lemuria: il continente “perduto” delle meraviglie

Lemuria è un ipotetico continente scomparso, collocato nell’Oceano Indiano o in quello Pacifico. I racconti su Lemuria differiscono in base alle necessità di contestualizzazione degli autori; quasi tutti condividono, però, l’elemento cataclismatico che avrebbe fatto affondare l’antico continente, in analogia con l’Atlantide di Platone.

Sebbene i lemuri viventi oggi si trovino solo in Madagascar e nelle isole vicine, la scoperta di famiglie di lemuri estinte dal Pakistan alla Malaysia ha ispirato il nome Lemuria, coniato nel 1864 dallo zoologo Philip Sclater nell’articolo “The Mammals of Madagascar” uscito sul The Quarterly Journal of Science. Confuso dalla presenza dei lemuri sia in Madagascar che in India e dalla loro assenza in Africa e nel Medioriente, Sclater propose che il Madagascar e l’India fossero state un tempo parte di un continente più grande, chiamato Lemuria proprio dal nome dei lemuri.

Prima della teoria della deriva dei continenti, gli scienziati postulavano frequentemente teorie su continenti sommersi per spiegare l’esistenza di animali terrestri appartenenti ad una medesima specie, ma separati da barriere geografiche enormi.

Poiché la teoria di Lemuria guadagnò una certa importanza, cominciò ad apparire nelle opere di altri scienziati quali Ernst Haeckel, un tassonomista tedesco che propose Lemuria come la spiegazione all’ “anello mancante”.

Grazie a numerose scoperte di carattere naturalistico effettuate verso la metà del 1800, si diffuse l’affascinante ipotesi che in un lontano passato sorgesse tale continente. La teoria ebbe notevole risonanza non solo in ambito scientifico ma anche in diversi circoli esoterici. A metà del XIX secolo, i naturalisti cominciarono a cercare di spiegare le somiglianze rilevate fra le specie animali e vegetali provenienti da territori separati da grandi distese d’acqua.

La teosofa Helena Blavatsky abbracciò la teoria, sostenendo che gli abitanti di Lemuria erano il “ceppo originario” del genere umano. A suo dire, i “Lemuriani” erano alti 4,5 metri, deponevano uova, avevano poteri psichici, quattro braccia, occhi distanziati, faccia piatta con muso sporgente e strani piedi, il cui tallone consentiva di camminare sia in avanti sia all’indietro.

Helena Blavatsky

Lemuria entrò nel lessico dell’occulto tramite le opere di Helena Blavatsky, fondatrice della Società Teosofica, che dichiarò intorno al 1880 che l’esistenza di questo continente, abitato da una razza di ermafroditi spiritualmente puri, le era stato rivelato dai Mahatma che le avrebbero permesso di visionare un testo pre-atlantideo, il Libro di Dzyan. Secondo l’interpretazione teosofica, gli ermafroditi di Lemuria corrispondevano a una delle sette Razze Radicali attraverso cui si muove ciclicamente l’evoluzione dell’umanità. Quella lemurica è una delle epoche dell’evoluzione umana che precedono quella successiva di Atlantide.

Rudolf Steiner

Rudolf Steiner afferma che i Lemuriani avevano un corpo molle e particolarmente plasmabile, ciò significa che potevano modificare il proprio corpo e che essi non avevano una memoria sviluppata e per tale ragione non avevano neanche un linguaggio. Inoltre essendo l’io ancora poco sviluppato e mobile il proprio atteggiamento interiore veniva subito manifestato. L’io e il corpo astrale si riunivano al corpo fisico e a quello eterico per breve parte del giorno determinando un approccio alla vita e una percezione totalmente diversa.

I Lemuriani oltre ad avere delle doti chiaroveggenti possedevano delle funzioni ancora unite, infatti la respirazione e il nutrimento erano congiunte in un unico organo che introduceva una sostanza liquida, lattiginosa. Gli organi dei sensi erano poco sviluppati e percepiva per lo più immagini. La percezione del caldo e del freddo era trasmessa dalla ghiandola pineale, oggi atrofizzata. Tali particolari caratteristiche umane derivano dal fatto che le prime incarnazioni dell’uomo risalgono a quest’epoca antica e pertanto l’uomo era ancora poco affine col mondo fisico, tanto da vivere molte più esperienze nel mondo spirituale. Gli spiriti della Personalità agirono sui Lemuriani incarnandosi in uomini, facendo loro da guida.

Il vero motore dell’evoluzione dall’epoca lemurica verso quella atlantidea fu la donna, in grado di acquisire elementi nuovi legati soprattutto alla memoria:

«Chi non considera che i primi progressi nella vita di rappresentazione furono compiuti dalla donna, non riuscirà a comprendere veramente l’evoluzione dell’umanità. Da essa provenne quello sviluppo di abitudini, connesso con la vita di meditazione interiore e con la coltivazione della memoria, che fu il primo germe del diritto e della morale. L’uomo aveva riconosciuto e applicato le forze della natura; la donna ne fu la prima interprete. […] L’evoluzione attraversata dalla donna durante l’epoca lemurica fece sì che le fosse assegnata una parte importante all’apparire della seguente razza radicale, della razza atlantidea.»
(Rudolf Steiner)
Steiner dice anche che l’epoca lemurica si concluse a causa di grandi catastrofi vulcaniche ma che un gruppo di umani si salvò dalla catastrofe.

Nel 1894 Frederick Spencer Oliver pubblicò, con lo pseudonimo di “Phylos il Tibetano”, il romanzo A Dweller on Two Planets, nel quale dichiarò che i sopravvissuti di un continente immerso chiamato appunto Lemuria, vivevano sopra o all’interno del Monte Shasta nel nord della California. I Lemuriani avrebbero vissuto in un complesso sistema di tunnel scavati nella montagna e, in alcuni casi, sarebbero stati avvistati fuori dalla loro montagna, mentre camminavano coi loro abiti bianchi.

Queste idee furono riprese da individui come Guy Warren Ballard, che negli anni ’30 del secolo scorso formò la I AM Foundation.

All’epoca di Lemuria i continenti erano 7, il livello del mare era 133 metri più basso di quanto sia adesso e due continenti spiccavano per la loro cultura: Atlantide e Lemuria.

Atlantide era una civiltà molto più giovane, il cui arco temporale terminò circa 150,000 anni dopo la caduta di Lemuria. Si può dividere il periodo atlantideo in due grosse fasi: quella “alta”, più antica, e che aveva il proprio centro nell’Oceano Atlantico (e da qui Atlantide; si veda il cd. Triangolo delle Bermuda dove pare tutt’oggi siano ancora perfettamente attivi e funzionanti alcuni macchinari atlantidei) e quella “bassa”, più giovane, con fulcro nel Mar Mediterraneo, verso l’isola di Creta (quest’ultimo ramo della civiltà influenzò ed ebbe contatti con la civiltà egizia).

Gli Atlantidei erano una civiltà essenzialmente basata sulla conoscenza scientifica proveniente della mente ed essi rappresentavano le energie del Divino Padre. Seppure noi li rammentiamo per loro grandiosità delle scoperte, dei loro edifici e templi, nei loro 200,000 anni di storia conobbero molti periodi di decadenza e di guerra. Da un punto di vista dell’organizzazione sociale, vigeva una struttura fortemente gerarchizzata e la conoscenza era mantenuta e tramandata solo nelle classi più alte.

Lemuria, invece, era una civiltà che occupava un territorio tre volte più grande quello di Atlantide, nell’Oceano Pacifico (dagli Stati di Washington, Oregon, California, fino alle isole Hawaii, l’isola di Pasqua, l’Australia, la Nuova Zelanda, le Fidji e la Polinesia).

Quella dei Lemuriani fu la prima civiltà illuminata della Terra, la loro conoscenza proveniva dal cuore ed essi rappresentavano le energie della Divina Madre e della Compassione.

La loro coscienza era proiettata sull’ “essere” e non sul “fare”, come in Atlantide, in quanto: le necessità del cuore sono assai diverse da quelle della mente e molto semplici.

Coloro che attendono la scoperta dei “tesori di Atlantide” stanno cercando qualcosa che rappresenta le energie del passato in confronto a ciò che sarà portato alla luce, fosse solo per il fatto che Atlantide creò tecnologie che separarono il cuore dalla mente, in base alla pretesa superiorità dell’intelletto sul cuore.

Coloro che si sforzano di vivere dal cuore, sono più legati a Lemuria. Comunque molti di noi hanno sperimentato lunghi periodi di incarnazione in Lemuria e poi in Atlantide, sia con incarnazioni successive che simultanee; nessuno può dire di essere solo l’uno o l’altro.

Potremmo dire essenzialmente per tre ragioni:

La prima ragione è che noi tutti tendiamo ad interessarci a cose che più ci sono affini e Atlantide ci assomiglia molto, assomiglia moltissimo alla cultura occidentale: predominanza delle energie mentali e maschili. Molti dei leaders della vecchia energia sono atlantidei. Kryon stesso racconta che in particolare coloro che hanno governato a Washington D.C. erano atlantidei di sangue puro e parecchi di loro furono responsabili della distruzione del loro stesso continente; l’intera società americana è diventata molto simile a quella di Atlantide sotto questo punto di vista.

La seconda ragione è che Atlantide scomparve 150.000 anni dopo Lemuria, lasciando una memoria di sé sicuramente più fresca.

Ma la terza ragione è quella che collega il nostro discorso anche al tema di questi giorni: l’interdimensionalità.

Gli Atlantidei furono ancorati alla terza dimensione fin dall’inizio, mentre i Lemuriani non erano limitati ad essa ed avevano il “seme dell’interdimensionalità”, per cui divennero presto capaci di muoversi tra le varie dimensioni come ci si muove tra i piani di un edificio.

I manoscritti Indù, Veda, degli Hopi, etc, parlano di “continente perduto”, ma seppure il continente è “perduto”, Lemuria ancora esiste ad un altro livello dimensionale, comunque sempre presente nella nostra Terra. I Lemuriani sapevano che se l’umanità avesse scelto di evolversi alla 5° dimensione, la loro opera, la loro esperienza, la loro conoscenza di più di 4 milioni di anni e la loro luce sarebbe stata il più utile degli aiuti! Ed anche per questo hanno mantenuto un certo grado di fisicità, esattamente come lo manterremo noi dopo il “salto cosmico di coscienza”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: