Alieni: chi sono veramente?

La parola alieno (dal latino alienus, ovvero «appartenente ad altri, altrui; straniero; estraneo; avverso», assume diversi significati in funzione del contesto), in generale indica una qualunque cosa o soggetto estraneo al contesto.
Il termine extraterrestre invece (volgarmente inteso come alieno) indica qualsiasi oggetto o soggetto di provenienza esterna al pianeta Terra e può essere riferito a materiale come i meteoriti o a forme di vita estranee alla Terra.
L’enorme numero di galassie e quindi di pianeti, con caratteristiche molto simili al nostro, rende statisticamente probabile la loro esistenza.
Nella cultura popolare l’extraterrestre è visto soprattutto come un ipotetico essere dotato di grande intelligenza e proveniente da un altro pianeta, è un personaggio descritto all’interno di innumerevoli opere di fantascienza, ma anche in resoconti di misteriosi avvistamenti.
I presunti testimoni di tali eventi si dividono tra chi considera gli alieni esseri umanoidi di indole pacifica e chi, al contrario, li descrive come creature mostruose e malvagie…

È nata nel tempo una vera e propria “religione ufologica”, religione che crede nell’esistenza di entità extraterrestri che visitano la Terra mediante i famosi UFO e capaci di intervenire nella storia dell’umanità. In genere gli aderenti a queste religioni credono che gli extraterrestri siano evoluti, benevoli ed interessati al benessere della specie umana e ritengono che la cultura, la tecnologia e la spiritualità degli extraterrestri permetteranno all’umanità di superare i problemi ecologici, sociali e spirituali che attualmente la affliggono…

Essi pensano anche che problemi come la povertà, l’odio, la guerra e il fanatismo potranno essere risolti con il loro aiuto.
Tra le più note religioni ufologiche vi è il Movimento raeliano.

Il Movimento raeliano è basato sulla credenza secondo cui alcuni extraterrestri scientificamente avanzati, chiamati elohim, avrebbero creato la vita sulla Terra attraverso l’ingegneria genetica.

Ĕlōhīm (in ebraico: אֱלוֹהִים ,אלהים) è il nome in ebraico biblico della divinità e il titolo del dio di Israele nell’Antico Testamento. Il termine è oggetto di controversie sulla sua interpretazione e anche sulla sua consistenza grammaticale: è da molti autori considerato un termine plurale.
Mauro Biglino, studioso ed esperto di storia delle religioni, ex traduttore di ebraico antico per conto delle Edizioni San Paolo e scrittore che porta alla luce le sorprendenti scoperte fatte in 30 anni di analisi dei testi sacri, propone una disamina dell’Antico Testamento, nella fattispecie la Biblia Hebraica Stuttgartensia, utilizzando un approccio alla traduzione del testo che egli asserisce essere il più letterale possibile ed esortando, in alcuni casi, a mantenere i termini originari, non traducendoli affatto poiché ritenuti intraducibili. In particolare, pone in risalto quelli che reputa riferimenti alle conoscenze tecnologiche degli “Elohim”, i quali avrebbero “creato” l’uomo a propria immagine e somiglianza.
Biglino presenta l’ipotesi secondo cui, nell’Antico Testamento, il termine “Elohim” non indicherebbe una singola entità, bensì un gruppo di esseri evoluti e non meglio identificati, che avrebbero accelerato l’evoluzione del genere umano avvalendosi di tecniche avanzate di ingegneria genetica, i quali si sarebbero spostati utilizzando velivoli (identificati come velivoli alieni) o comunque a dispositivi dotati di tecnologie ignote e incompatibili con le conoscenze dell’epoca. Da qui la possibile presenza di esseri viventi giunti da altri pianeti o appartenenti a civiltà avanzate non riconosciute dalla storiografia ufficiale.


Biglino, seguendo le teorie della paleoastronautica, identifica tali Elohim con gli dèi dell’antichità come quelli egizi o sumeri, i quali erano difatti un numero di individui molto ampio. Tra gli Elohim sarebbe da annoverare lo stesso Jahvè – “erroneamente identificato come “Dio” nella cultura ebraica e cristiana” – il quale viene quasi sempre indicato come Jahvè Elohim Israel: il termine Elohim non è in sé esclusivo di Jahvè, ma da Giosuè 24:15 è riferito anche ai falsi idoli adorati dai nemici Amorrei e dai padri di Israele residenti oltre il fiume mesopotamico, quali Chemosh, Milkom e numerosi altri, che quindi sarebbero anch’essi Elohim al pari dello stesso Jahvè ma che nella tradizione e nella mitologia vengono identificati come “divinità pagane”.
Sull’identificazione degli “Elohim” con extraterrestri o comunque esseri evoluti provenienti da altri mondi, Biglino stesso riferisce:«[…] Io ho ripetutamente detto e continuo a dire che “non so chi siano gli Elohim perché la Bibbia non lo dice” ma quando mi si pone la domanda precisa io non mi sottraggo e dico sempre che “faccio finta” che gli antichi abbiano detto il vero e i popoli di tutti i continenti della Terra definiscono “quelli là” come “figli delle stelle”, per cui io applico il mio metodo e “faccio finta” che sia vero. L’esistenza di “quelli là” è inoltre sicuramente più credibile e statisticamente più probabile che non quella di quel Dio che i teologi hanno inventato partendo da Elohim. Se si scoprirà che “quelli là” erano E.T. io dirò “bene”. Se si scoprirà che “quelli là” non erano E.T. io dirò “bene”. L’importante è capire l’inganno colossale che si cela dietro l’affermazione “Elohim uguale Dio spirituale”.»

Passiamo ora alle varie razze di alieni che esisterebbero:


Deros e Teros:

Umanoidi dai quali sono nate le famose leggende di troll e folletti che si racconta vivano sottoterra o sotto il fondale del mare.


Goblin di Kelly-Hopkinsville:

Alieno dalle grandi orecchie a punta, occhi che brillano, mani con unghie oltre a zampe sottili di colore giallo. La dimensione stimata va da due a quattro piedi.

Hopkinsville Felinoidi:

Grandi umanoidi con i tratti di un felino e una folta peluria che ricopre i loro corpi. Sono caratterizzati da una grande saggezza e intelligenza e non sarebbero aggressivi nei confronti degli umani.


Grigi:

Piccoli umanoidi con la pelle grigia, solitamente alti 3-4 piedi, occhi completamente neri e a mandorla, niente naso, una bocca molto piccola e mani con 3 o 4 lunghe dita. Sono il genere di alieni visti con maggiore frequenza e sarebbero i colpevoli delle cosiddette “abduction“.


Horus-Ra:

Creature parassitarie conosciute come Horus-Ra per via dei loro connotati simili a quelli del dio egizio. Vengono descritte come molto alte oltre ad essere capaci di comunicare solamente tramite la telepatia. Quando riescono a impossessarsi di un corpo si nutrono della sua energia.


Insettoide:

Umanoidi simili a insetti. Tra i casi di rapimento alieno ne sono stati descritti alcuni con le fattezze di mantide religiosa.


Lux:

Esseri che si nutrono esclusivamente di energia dei corpi di cui entrano in possesso. Secondo le testimonianze le vittime si sentono sempre molto stanche tendendo a sviluppare una forte componente spiritualite, pregando molto spesso, essendo il modo con cui questi esseri si nutrono con efficacia maggiore.


Mostro di Flatwoods:

Alto umanoide la cui testa presenta la forma di una vanga, fu avvistato a Flatwoods, Virginia Occidentale.


Alieni nordici:
Detti anche Fratelli dello spazio; vi sono in questa “categoria” i:
-Pleiadiani;
-Venusiani;
-Bianchi alti.
Alieni che in molti casi di contatto sono stati descritti come identici ai soggetti scandinavi ma di statura superiore. La maggior parte di loro risulta essere di sesso maschile. Alcuni ufologi affermano che in passato queste creature sarebbero state scambiate per entità divine (come abbiamo anche già detto prima, seguendo il discorso degli “elohim”, entrando nell’immaginario collettivo in varie forme tra cui angeli, santi e messaggeri divini. Hanno un respiro molto lento e una pressione sanguigna più bassa rispetto alla norma e rispetto alla media degli umani.


Omini verdi:

Piccoli umanoidi verdi protagonisti di rari casi di abduction e contatti. Sono comunque i protagonisti di molti film e libri.


Uomo falena:

Grande umanoide alato, descritto come molto alto, con occhi rossi lava, un corpo grigio e grandi ali.


Rettiliani:

Umanoidi con tratti di rettili e che le teorie del complotto indicano come probabili dominatori del mondo. Sono malvagi e alcuni ritengono siano coloro che controllano i grigi.

Aartsen, insegnante olandese, legato al movimento “Share International” di Benjamin Creme (che proclama l’avvento imminente di un Messia alieno) da tempo propone questa visione “spirituale” degli Extraterrestri, basata essenzialmente sulle esperienze dei contattisti– da George Adamsky ad Orfeo Angelucci, da Aladino Felix a Daniel Fry- che a partire dai primi anni ’50 riferirono incontri con creature di altri mondi portatrici di messaggi di pace. Messaggi presto ridicolizzati e poi dimenticati.

Nel libro di Gerard Aartsen “Here to Help: UFOs and The Space Brothers” viene dato molto spazio alla figura di George Adamsky, noto e controverso contattista americano. Fu lui il primo a raccontare in pubblico di aver visto un disco volante, di esserci salito a bordo e di aver parlato con il popolo proveniente dallo spazio che gli aveva spiegato l’universalità della vita. Chiamava quegli esseri “Maestri”, per sottolineare quanto fossero più evoluti di noi non solo tecnologicamente, ma soprattutto spiritualmente.

Non appena Adamsky ottenne un po’ di visibilità e iniziò ad attirare l’attenzione del pubblico con i suoi messaggi di speranza e di pace- sostiene l’autore- le lobby di potere (specie quella militare) incominciarono a diffamarlo, a mettere in ridicolo le sue esperienze, a inventare false storie contro di lui. Una vera e propria cospirazione che ebbe il risultato di fargli perdere credibilità e toglierlo dalla scena.

Ma nel libro di Aartsen ci sono molti riferimenti anche al “Caso Amicizia”, il contatto di massa che dal 1956 al 1978 sarebbe intercorso tra un centinaio di persone e un gruppo di Alieni proprio in Italia, specie nella zona di Pescara. Una storia rivelata solo di recente, in tutti i suoi dettagli davvero sconcertanti eppure coincidenti con quanto avvenuto più o meno negli stessi anni ad altri contattisti in diverse zone del mondo. Particolare rilievo viene riconosciuto al console Alberto Perego, autore di libri oggi pressochè introvabili nei quali- quasi 60 anni fa- affrontava il fenomeno Ufo senza remore.

Ma chi sono questi “Fratelli dello Spazio” e in che modo ci stanno aiutando? Gerard Aartsen espone così le sua filosofia, che potremmo quasi definire, per l’appunto, religione: “Sono esseri giunti sul nostro pianeta all’origine dei tempi. Alcuni di loro si sono manifestati nel corso dei millenni tra gli uomini per aiutarli e per diffondere tra loro la saggezza. Dopo il suo lungo percorso evolutivo, ora l’umanità sta affermando la propria identità e sta avendo un risveglio cosmico. Ciò non solo significa che è pronta per riunirsi ai fratelli e alle sorelle dell’universo, ma anche con gli Antichi maestri– la gerarchia spirituale dei Maestri- il regno successivo della natura dopo quello umano.

Quindi il popolo dello spazio è qui per sostenerci in momento decisivo della nostra evoluzione, cosa che diventerà un fatto incontestabile quando il Maestro dei Maestri, il Maestro del mondo, si mostrerà a tutti in una trasmissione televisiva”. Secondo Benjamin Creme questo evento è molto vicino. Nel frattempo, i nostri fratelli spaziali lavorano senza sosta per mantenere il nostro pianeta intatto e ospitale nonostante tutti i nostri sforzi ad inquinarlo, in tutti i sensi, sia fisici sia eterei, ovvero con i nostri brutti pensieri ed emozioni negative, e attraverso le radiazioni nucleari prodotte dai test e dalle centrali.

“Le persone si aspettano che gli alieni vengano da uno spazio profondo, ma gli alieni da un certo punto di vista potrebbero essere considerati più terrestri dei terrestri stessi…

Nella Bibbia, nel punto in cui gli Elohim dicono “facciamo l’uomo a nostra immagine e somiglianza” non si tratta di un plurale maiestatis.”

– Le parole (da noi riassunte) del celebre personaggio di Adam Kadmon sugli alieni in una delle sue interviste.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: