Name meaning: Diana

La dea Diana

L’origine del nome viene dal termine latino dius (della luce). In greco invece deriva da “Dîos” e significa ‘celeste, luminosa, divina’.
In senso lato può significare che “porta il giorno” o “ha luce”. In alcuni casi può anche rappresentare un diminutivo di nomi quali Frediana, Verdiana, Lidiana o Secondiana.
Cominciò ad essere usato come nome proprio già nell’antica Roma, ma esclusivamente al di fuori degli ambienti cristiani, nei quali era visto come nome pagano. Un’altra possibile derivazione del nome potrebbe venire dal fatto che la dea nasce sull’isola di Delo motivo per il quale viene a volte chiamata Delia.

Nella mitologia romana la dea Diana (conosciuta in quella greca come Artemide) è figlia di Giove e sorella gemella di Apollo.

Essa viene considerata la protettrice:
• delle foreste;
• degli animali selvatici;
• delle fonti e dei torrenti;
• delle donne (alle quali garantisce parti tranquilli);
• della luna;
• della caccia;
• del tiro con l’arco.

Le leggende la descrivono come una giovane vergine, abile nella caccia e dal carattere irascibile e vendicativo. Una dea amante della solitudine e che per amore ha fatto voto di castità.

I simboli più frequentemente associati alla dea sono l’arco e il cervo, ma se ne possono trovare anche di meno comuni come la lancia o l’albero di alloro (simbolo anche del fratello Apollo) decorato con le sue armi.

La dea Diana viene inoltre venerata dalla stregoneria italiana (chiamata “stregheria”) secondo il “Vangelo delle Streghe” di Charles Leland, dove essa diventa anche protettrice della magia, dei poveri e delle persone perseguitate e oppresse dalla chiesa cattolica. In questo vangelo viene raccontato che la dea, per garantire che le pratiche magiche venissero praticate nel corso dei secoli, abbia mandato sua figlia Aradia sulla terra per liberare gli schiavi ed insegnare la stregoneria solo a chi volesse impararla diventando così la prima strega.

The goddess Diana

The origin of the name comes from the Latin term dius (of light).

In Roman mythology the goddess Diana (known in Greek as Artemis) is the daughter of Jupiter and twin sister of Apollo.

It is considered the protector:
• of forests;
• wild animals;
• sources and streams;
• women (to whom it guarantees quiet parts);
• of the moon;
• hunting;
• archery.

Legends describe her as a young virgin, skilled in hunting and with a short-tempered and vindictive character. A goddess who loves solitude and who has made a vow of chastity out of love.

The symbols most frequently associated with the goddess are the bow and the deer, but less common ones such as the spear or the laurel tree (also a symbol of the brother Apollo) decorated with his weapons can be found.

The goddess Diana is also venerated by Italian witchcraft (called “Stregheria”) according to the “Gospel of the Witches” by Charles Leland, where she also becomes the protector of magic, of the poor and of the people persecuted and oppressed by the Catholic Church. In this gospel it is said that the goddess, to ensure that magical practices were practiced over the centuries, sent her daughter Aradia to earth to free slaves and teach witchcraft only to those who wanted to learn it thus becoming the first witch.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: